QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BARBERINO DI MUGELLO
Oggi 19°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News mugello, Cronaca, Sport, Notizie Locali mugello
domenica 15 settembre 2019

Attualità venerdì 09 ottobre 2015 ore 10:46

Esercitazione antisismica nell'alto Mugello

Il 10 ottobre, alle 8.30 l'inizio la manifestazione di protezione civile denominata Autosoccorso 2015 a Firenzuola, Marradi e Palazzuolo



MUGELLO — L'esercitazione è stata pianificata dalla prefettura di Firenze. Obbiettivo testare le capacità e i tempi di intervento delle forze locali in caso di terremoto.

Le immagini dell'esercitazione saranno trasmesse in tempo reale alla sala operativa integrata della protezione civile in via dell'Olmatello, qui la stampa e il prefetto di Firenze Alessio Giuffrida potranno seguire le operazioni secondo per secondo.

Nel corso dell'esercitazione verrà simulato un terremoto di magnitudo 6,4. Complessivamente saranno oltre cento gli operatori impegnati tra vigili del fuoco, forestale, carabinieri e volontari. Numerosi poi i mezzi, che saranno dispiegati.

L'esercitazione, a cui partecipano anche l'VIII reparto volo della polizia di Stato, l'Unione Montana dei Comuni del Mugello, il 118 e l'Ordine degli architetti, si spiega in una nota, "rappresenta il momento di sintesi di un progetto denominato 'Autosoccorso 2015', coordinato da prefettura e Città metropolitana di Firenze, che durante l'estate scorsa ha organizzato giornate formative nei comuni interessati. Lo scopo è quello di fronteggiare al meglio gli effetti di un possibile terremoto in una zona dell'Appennino tosco emiliano e romagnolo caratterizzata da elevata pericolosità sismica, attraverso un modello di intervento imperniato su una risposta efficace e immediata, a partire dalle funzioni di tipo sanitario e sui servizi essenziali". 

L'attività, che viene testata con l'esercitazione di domani, si spiega ancora, "mira a sfruttare le risorse territoriali locali in modo da garantire in futuro la presenza sul posto di personale qualificato e preparato. Verranno svolte operazioni che riguarderanno principalmente la messa in sicurezza e il soccorso della popolazione, l'allestimento dei centri operativi e di aree di emergenza, il monitoraggio e il controllo sul territorio, l'attivazione dei medici di base, le verifiche di agibilità degli edifici, la tempistica e le modalità degli interventi".

Lo scenario ipotizzato è quello di un terremoto di magnitudo 6,4 Richter che si verificherà intorno alle 8.30. Sono previsti crolli di edifici sulle strade provinciali che bloccheranno la viabilità e impediranno l'immediato arrivo di risorse esterne, per cui i primi soccorsi saranno prestati unicamente dalle forze locali (vigili del fuoco, carabinieri e forestale), dalle strutture dei comuni, dai centri operativi della viabilità della Città metropolitana, dalle associazioni del volontariato e dal sistema sanitario locale. 



Tag

Catania, Salvini contestato

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità