comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BARBERINO DI MUGELLO
Oggi 11° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News mugello, Cronaca, Sport, Notizie Locali mugello
martedì 31 marzo 2020
corriere tv
Coronavirus, le conseguenze psicologiche dell'epidemia: come gestire lo stress?

Attualità giovedì 19 marzo 2020 ore 11:35

Covid, ira dei sindaci contro le uscite inutili

Alle numerose denunce per spostamenti immotivati seguono i richiami dei sindaci in tutto il territorio metropolitano per contenere il Coronavirus



FIRENZE — Dal sindaco della Città Metropolitana arriva quotidianamente l'invito a restare a casa, rilanciato anche dai sindaci dell'hinterland fiorentino da Anna Ravoni a Sandro Fallani, da Francesco Casini a Monica Marini, ed ancora Lorenzo Falchi, Paolo Omoboni ed Emiliano Fossi.

Nel capoluogo la polizia municipale nelle ultime ore ha fermato e segnalato cittadini trovati fuori dalla loro zona di residenza per i motivi più diversi, da chi cercava un mercato che è stato chiuso a chi si è recato da amici in cerca di alcol. Al monito del sindaco si è aggiunto anche quello dell'assessore alle Attività Produttive che ha chiesto ai fiorentini di non accalcarsi davanti ai supermercati per fare la spesa.

"La giratina non è vietata dal Decreto purtroppo!" è una delle esclamazioni di Anna Ravoni che durante i sopralluoghi a Fiesole ha incontrato gente che si intratteneva sulle panchine "Ho visto tante persone, tanti irresponsabili a giro per le strade, per le piazze, seduti sulle panchine o a far giocare i bambini nei giardini". "E' vietato - ha sottolineato Ravoni - lo struscio lungo i sentieri o intorno ai caseggiati, la spesa non è necessaria tutti i giorni, proviamo ad organizzarci per farla un paio di volte a settimana, in modo da evitare le file davanti ai negozi e anche di esporre meno i negozianti e i dipendenti al contatto. E' possibile che tutti quelli che vanno a correre o in bici non possano farne a meno per qualche giorno? Le visite ai figli, ai nipoti, ai nonni, agli zii, forse possiamo rimandarle a momenti migliori, forse possiamo solo sentirli per telefono, non credo siano indispensabili, credo che ci si possa rinunciare per un motivo così importante come la sopravvivenza".

"C'è ancora qualcuno che non si comporta come si deve - ha spiegato Emiliano Fossi - sull'argine del Bisenzio sono state individuate, dalla municipale, persone in un contesto vietato e sono stati applicati tre articoli 650. In tutto la municipale di Campi Bisenzio ha controllato 275 persone con 6 violazioni 650, che significa ammenda e ricaduta penale sulla persona individuata. Ce la stiamo mettendo tutta, abbiamo però bisogno della collaborazione di tutti. Non si scherza".

Dal Mugello è Paolo Omoboni, sindaco di Borgo San Lorenzo a commentare "In Toscana 267 nuovi contagiati e 22 deceduti. Pensate a loro, quando mi chiedete perché abbiamo chiuso la ciclabile o un parco giochi. I controlli di polizia e carabinieri vengono fatti in tutto il Mugello ma non possiamo in ogni momento essere ovunque. La maggioranza di noi si sta comportando molto bene, ma se qualcuno continua a non capire spero sia vietata dal Governo ogni attività all'aperto non necessaria. Ci dicono che i prossimi dieci giorni saranno decisivi".

Inviti a restare a casa anche da Sandro Fallani, sindaco di Scandicci e Francesco Casini da Bagno a Ripoli "Non sono una persona che applica facilmente provvedimenti restrittivi ma è per il bene di tutti".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità