QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BARBERINO DI MUGELLO
Oggi 19°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News mugello, Cronaca, Sport, Notizie Locali mugello
domenica 15 settembre 2019

Cronaca mercoledì 04 settembre 2019 ore 16:35

Un caso di febbre Dengue nel Mugello

Già programmata la disinfestazione della zona in cui vive il paziente che ha contratto la malattia. Tra le zanzare che la trasmettono c'è la tigre



BARBERINO DEL MUGELLO — Sono iniziate le operazioni di disinfestazione in due zone circoscritte di Barberino di Mugello dopo la segnalazione all’Ufficio Igiene e Sanità Pubblica Firenze di un caso di malattia di Dengue contratta da una persona.

La Dengue è una malattia di tipo simil-influenzale causata da un virus presente in paesi tropicali e subtropicali che si trasmette attraverso la puntura di alcuni tipi di zanzare. Non esiste la trasmissione diretta da persona a persona. La Dengue non è presente Italia e i casi che si riscontrano riguardano persone che hanno contratto la malattia durante viaggi in paesi extraeuropei.

Tra le zanzare che possono trasmettere la malattia c’è anche la zanzara tigre (Aedes Albopictus) che da alcuni anni si è largamente diffusa nel territorio toscano anche se non è molto efficace nel diffondere il virus; infatti la principale responsabile della diffusione di questa malattia è un’altra zanzara (Aedes Aegypti) che non si trova in Italia.

Già ieri l’ufficio che fa parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda si è attivato per individuare l’area di intervento relativa a dove aveva soggiornato la persona affetta da Dengue.

L’Ufficio Igiene e Sanità Pubblica Firenze in collaborazione con l’amministrazione comunale ha coordinato anche le operazioni di informazione alla cittadinanza, attraverso un’attività di porta a porta, così come previsto da indicazioni ministeriali e dall’ordinanza del sindaco emessa per il trattamento di disinfestazione precauzionale contro la zanzara tigre. 

Le operazioni di questa mattina hanno previsto trattamento larvicida e adulticida nei pozzetti e caditoie presenti sia nelle pertinenze private che in quelle pubbliche e trattamento adulticida spaziali. Contestualmente sono stati eliminati eventuali focolai larvali presenti nelle pertinenze private.

Le operazioni sono state coordinate dai tecnici della Prevenzione Igiene Pubblica e Nutrizione della Ausl Toscana Centro in collaborazione con personale di Alia, con la Polizia Municipale e con personale della Direzione Ambiente del Comune di Barberino di Mugello.



Tag

Catania, Salvini contestato

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità