QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
BARBERINO DI MUGELLO
Oggi 8° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News mugello, Cronaca, Sport, Notizie Locali mugello
domenica 18 novembre 2018

Attualità giovedì 12 gennaio 2017 ore 18:03

Nuovi infermieri per rispondere all'emergenza

L'aumento del personale contribuirà a gestire l'aumento di accessi registrato negli ultimi due mesi nei pronto soccorsi della Usl Toscana Centro



EMPOLI — In totale sono 25 i nuovi infermieri e 23 gli operatori socio sanitari in servizio con contratti interinali e destinati principalmente ai pronto soccorsi aziendali ma anche ai reparti medici.

L’incremento del personale è stato deciso dalla direzione aziendale, dalle direzioni dei presidi ospedalieri e dai capi dipartimento, nell’ambito del piano straordinario aziendale varato lo scorso lunedì per migliorare la gestione degli accessi ai pronto soccorsi e il flusso dei ricoveri per i prossimi due mesi e per gestire al meglio l’elevato numero di pazienti con patologie medico-internistiche complesse in concomitanza con l’emergere del picco influenzale.

L’azienda in questo periodo ha quindi messo in atto interventi organizzativi, sulla gestione dei posti letto e di potenziamento del personale.

I posti letto ospedalieri sono stati trasformati per aumentare la capacità di ricovero: ora l’area medica dispone in tutta la rete ospedaliera fino a 164 posti letto.

Dall’inizio delle festività natalizie ad oggi è stato elevato anche il numero dei pazienti con traumatismi rilevanti (esempio frattura al femore) che hanno necessariamente portato ad un utilizzo importante dei posti letto chirurgici di urgenza. 

Sempre in area chirurgica continuano ad essere garantiti, in tutti gli ospedali, gli interventi oncologici, gli interventi non procastinabili e quelli di chirurgia maggiore, questo nonostante la minore disponibilità di posti letto per fare spazio ai ricoveri di area medica.

Giornalmente viene monitorata la situazione dei pronto soccorsi e il numero delle dimissioni dai reparti medici e chirurgici e verificate le azioni di miglioramento messe in atto per valutarne la loro effettiva efficacia, e capire se è necessario introdurre ulteriori modifiche e potenziamenti nei reparti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca